Hai mai avuto un sogno? Intendo uno di quei sogni meravigliosi, in grado di cambiarti la vita, di migliorare la tua quotidianità, di farti sentire più fiducioso nelle tue capacità, di risolvere tutti i problemi che devi affrontare, …?

Hai mai pensato: “Domani. Domani farò quanto necessario per far avverare il mio sogno!”?

Ma poi, arrivato l’indomani, qualcosa ti ha impedito di fare il giusto passo nella giusta direzione? 

QUINDI, COME MAI TI TROVI ANCORA AL PUNTO DI PARTENZA?

C’è una ragione scientifica che spiega l’intero processo! Ci sono molteplici ricerche nel campo delle scienze, delle neuroscienze, della psicologia e delle aree correlate, che hanno identificato diversi fenomeni, tutti facenti capo a una medesima origine.

Mel Robbins, una influencer americana, ha spiegato in modo molto semplice questo processo: la mente è stata “progettata” con l’intento di preservarti. Pertanto, nell’attimo esatto in cui tu decidi di uscire dalla tua zona di comfort e di tentare qualcosa di diverso, e ti senti per tale motivo euforico e proattivo, la tua mente capisce che sta accadendo qualcosa di sconosciuto e inaspettato che ti porterà a fare esperienze nuove. Ma se tu ti trovi a fare cose che non conosci, a comportarti e vivere in maniera diversa da come facevi abitualmente, c’è la possibilità che tu affronti dei rischi che potrebbero potenzialmente ripercuotersi sull’intera tua esistenza. Scatta allora il meccanismo di difesa e la tua mente ti intrappola in meccanismi che ti impediscono di agire, quali il continuo pensare e ripensare, la preoccupazione o la paura.

COSA POSSIAMO FARE ALLORA?

La soluzione può sembrare banale. Possiamo MUOVERCI.

Mel Robbins ha scritto un libro dal titolo “The 5 second rule” (la regola dei 5 secondi) in cui invita le persone, nel momento in cui prendono la decisione, a fare il conto alla rovescia, da 5 a 0 e agire. Questo meccanismo dovrebbe impegnare la mente e costringerci a fare qualcosa nel momento in cui decidiamo di farlo, bloccando i meccanismi di autoconservazione che ci porterebbero a dubitare e a fermarci. Infatti in base alle ricerche scientifiche, 5 secondi sono il tempo che impiega il nostro cervello per mettere in atto il meccanismo di preservazione dello status quo.

Sembra inoltre che importanti studi abbiano dimostrato che le persone sono più felici quando sono convinte di avere il pieno controllo delle proprie vite. Al contrario, le persone convinte di essere in balìa degli eventi sperimentano un profondo senso di ansia e incertezza. Il fatto di agire, quindi, ti dà la sensazione di avere TU il controllo della situazione, e questo contribuisce a renderti maggiormente felice, a farti ottenere più successo nelle cose che fai e ad aumentare il grado di fiducia nelle tue capacità. Tutte cose che sono indispensabili per raggiungere i tuoi obiettivi.

Che ne pensi?

Io ho intenzione di agire questa settimana. E tu?

Seguimi sui social:

Abbiamo preparato una mini-guida gratuita per aiutarti a valutare se il tuo business è impostato in maniera efficiente